30.9.08

Linzertorte. Ancora merenda.

Sono nella fase "facciamoci i dolci per merenda", specialmente dopo aver saputo, letto e riletto sulla contaminazione del latte cinese. Ho preparato questa torta prendendo la ricetta dal post di Estrellazul, fatta in quattro e quattr'otto, squisita, deliziosa, semplice e genuina.


tor

Qui gli ingredienti

forno 180° per 30 min, tortiera da 26cm.

125 g. farina
125 g. farina di mandorle
125 g. burro morbido
125 g. zucchero
150 g. marmellata di lamponi ( io usato quella di marasche)
1 uovo
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di cacao in polvere
1 pizzico di sale
buccia grattugiata di 1 limone
1/2 bicchiere di latte

Creare una fontana con la farina, aggiungere al centro le uova, lo zucchero e il burro, lavorare con le mani poi aggiungere i restanti ingredienti, eccetto il latte e la marmellata, e lavorare bene con tutta la farina rimasta ai lati. Una volta amalgamati bene tutti insieme mettere in frigo per almeno un'ora poi accendere il forno, stendere 2/3 della pasta sulla teglia, cospargere di marmellata, creare della striscioline con la psta rimanente e guarnire la crostat, a piacere bagnare con il latte la pasta prima di infornare (io ho omesso quest'ultimo passaggio).


tor

Ecco fatto, veloce veloce, la merenda per i miei piccoli al ritorno dalla scuola, io non ci sarò purtroppo, sarò già al lavoro, fino a questa notte, ma sono sicura che ne mangeranno più di una fetta!!!
Prometto i prossimi post saranno più generici, ma le crostate mi stanno proprio prendendo ultimamente, mai fatte prima e ora sempre.
A presto, un abbraccio stretto e una fetta anche per voi!

28.9.08

R.E.M. Concerto.

Venerdì siamo stati, tutti insieme, tutta la famiglia, a vedere il concerto dei R.E.M.

Non è il primo concerto che vediamo con i piccoli, anzi il primo è stato quello di Vasco Rossi con Daphne di appena un anno e il piccolo Ethan nella pancia, quando ancora neanche avevamo deciso di chiamarlo così, Ethan Vincent.



rem

I R.E.M. sono uno dei gruppi preferiti del mio compagno di vita, lui conosce tutti i testi delle canzoni, non scarica gli album, ma rigorosamente li compra, e credo che ogni volta che sono venuti in tour in Italia sia andato ad un loro concerto. Anche a me piacciono, ma non sono i miei preferiti, ma "frequentando", per così dire, il mio compagno di vita, ho assistito già a due dei loro ultimi concerti, di cui l'ultimo proprio venerdì sera. Era in un palastadio, quelli in cui si gioca la pallacanestro, quindi certamente grande, ma non come lo stadio all'aperto, per il calcio, e il bello di questo spazio è che sei a stretto contatto con la musica, il gruppo, il cantante.

La serata è stata bellissima, nonostante la mia stanchezza infinita causa lavoro, a metà concerto mi sono proprio resa conto che grande regalo mi ha concesso il mitico Michael Stipe: assoluto relax, senza pensieri, totale unione con il palco e le sue note. Lui è veramente un grande artista, veramente nel significato più autentico, ha una splendida voce, è bravo, balla, sa coinvolgere, dà un senso "morale" anche alla sua musica e ai suoi testi, e quello che trasmette è anche una grande semplicità e umiltà. Giacca e pantaloni neri, camicia sotto, niente di più, senza pause. Un vero concerto basato sulla musica e le canzoni, principalmente, senza distrazioni scenografiche che a volte rubano il palco al vero protagonista, alle note e alle parole.

Non ho portato la mia NIKON, sapevo che non me l'avrebbero fatta usare, e così ho poche foto e qualche piccolo filmato fatto con la mia vecchia ma speciale digitale che ha lasciato un ricordo di questa splendida serata, vi regalo qualche immagine qui.

Auguro a tutti una bella domenica.


lights



27.9.08

Paul Newman, tributo.

Spero abbiate passato bene i giorni scorsi. Oggi tornata dal lavoro, seduta al computer, aperta la homepage mi salta agli occhi una triste notizia, la morte del grande attore Paul Newman. Voglio ricordarlo con poche righe perchè è sempre stato uno dei mei attori preferiti, legato ai miei ricordi d'infanzia, ai sogni ad occhi aperti guardando i suoi film, uno dei miei modelli estetici di uomo, devo dire che più andava avanti con gli anni e più adoravo il suo aspetto, il suo fascino bucava lo schermo, la sua bravura superava la sua bellezza. Mi piaceva perchè, nonostante attore americano di Hollywood era sposato da 50 anni con la stessa moglie, perchè è riuscito a mettere a frutto la sua fama, i suoi onori e suoi soldi realmente a favore di chi non ha niente, ed ha continuato a farlo con la Newman's Own, sua azienda alimentare che sostenendo con i suoi profitti la Newman's Own Foundation permette di sponsorizzare associazioni benefiche.




E poi c'è la Hole in the Wall Camps altra sua associazione che accompagna in vacanza i bambini malati gravemente.
Un grande uomo.

22.9.08

Autunno. Jam shortbread.

E' arrivato l'autunno, ufficialmente, e spaccando il secondo si sono abbassate le temperature, sembra che le foglie stiano già cadendo in abbondanza e la sera le ombre si allungano prima. Mi piace l'aria fresca che mi raffredda la punta delle dita, il maglioncino di lana leggera da indossare, i ritmi rallentati per andare piano piano verso la stagione del letargo.
E così due giorni fa, a casa di riposo, con mille cose da sistemare, mi sembrava fosse domenica, pomeriggio, con il cielo pieno di nuvole grigie, invece che impegnarmi nei "doveri" casalinghi ho aperto questo libro, arrivato qualche tempo fa, e ho scelto una ricetta semplice, veloce, con ingredienti che di solito si hanno in casa. Sembra quasi di preparare una crostata, ma non è così, riporto qui gli ingredienti.


Jam Shortbread
::100gr. burro ammorbidito
::100gr zucchero
::200gr farina
::1/2 cucchiaino di lievito per dolci
::1 uovo leggermente sbattuto
::qualche goccia di essenza di vaniglia
::circa 200gr della tua marmellata preferita

bisc

Preriscaldare il forno a 170° e ricoprire una teglia di 20x30 cm.
Lavorare bene il burro e lo zucchero in una ciotola (io qui ho usato lo zucchero vanigliato omettendo le gocce di vaniglia alla fine), aggiungere la farina, il lievito e lavorare tutto insieme, versare l'uovo leggermente sbattuto e lavorare fino a che gli ingredienti siano omogenei e si abbia una pasta soda e compatta.

bisc

Lasciare in frigo per circa mezz'ora, poi dividerla in due parti. Prenderne una e stenderla sottile 2-3 mm adagiandola poi sulla teglia (spolverare di farina il piano e il mattarello, se non si appiccica tutto), spalmare sopra la marmellata e poi stendere anche l'altra metà di pasta e stenderla sulla prima ricoperta di marmellata. Infornare per circa 15 min (a me sono serviti circa 30 min) poi rimuovere e lasciare raffreddare 5 min nella teglia poi toglierla e tagliare a piacimento, a quadrati o con le formine dei biscotti o se volete tagliatela al momento di servirvi. Io ho usato degli stampini di biscotti a forma di piccole stelle.
Il risultato è stato un biscotto sottile, friabile e dolce, in coppia con la marmellata, la forma e la misura giusta giusta per un sol boccone, e un biscotto tira l'altro, i miei piccoli li hanno già finiti. Facili facili e veloci.


bisc

E mi sono sentita proprio in sintonia con i ritmi della natura, in casa al caldo, a cucinare per la mia famiglia, con i profumi che girano per casa.
Mi rendo conto, ogni giorno che passa sempre di più, che adoro ogni momento di ciò che la vita offre e adesso adoro anche le foglie che cadono, il loro colore e i tramonti lunghi e arancioni.


Riguardo a Barbara, la mamma e il suo bimbo, di cui ho parlato nel mio post precedente, sul suo sito racconta che ha ricevuto una risposta dal Carrefour di Assago, con tanto di scuse e non solo, vi rimando a lei per leggere i dettagli, sperando che un gesto tanto orribile possa aprire nuove porte di sostegno e sensibilizzazione e in modo che anche eventi del genere possano in qualche modo creare valore, nel senso più profondo del termine.


Auguro a tutti un lungo, caldo, confortevole e splendido autunno.

19.9.08

100 post e un fiore.

Questo è il mio centesimo post, volevo scrivere sulla mia gioia nel condividere alcuni momenti della mia vita con voi, volevo esprimere la mia soddisfazione e felicità nel leggere tutti i vostri commenti, sapere di tutte le vostre visite, di quanto tutto ciò umilmente mi riempie il cuore, e sinceramente tutto ciò è vero, lo vivo nel quotidiano, però non posso fare a meno di parlare anche, e in particolar modo, di uno orribile episodio avvenuto presso il Carrefour di Assago, vittima un bambino innocente. Leggevo uno dei miei blog preferiti, Chantilly, e questa notizia che sta balzando di qua e di là nella blogsfera, mi ha reso incredula, mi ha fatto piangere, mi ha fatto sentire vicina al piccolo cuore ferito del bambino e della sua mamma. Semplicemente un caso di estrema umiliazione e violenza verbale rivolta ad un dolcissimo bambino autistico, in occasione di un evento di svago e divertimento rivolto ai piccoli frequentatori del colosso dei supermercati.
Ho pianto per l'ingiustizia della vita, e soprattutto di rabbia impotente pensando al fotografo che ha urlato ad un bambino più indifeso e più sensibile di altri. Una persona senza il senso profondo della vita, forse, senza l'esigenza di proteggere un bambino piuttosto che aggredirlo in primis, una persona che forse, con un tale piccolo cuore, non riesce a percepire quanto delicati siano gli animi dei nostri bambini, in particolare di quelli con sensibilità così a nudo come può essere un bambino autistico. Ma tutto l'evento letto poi sul blog della mamma mi ha stravolto il cuore. Il nostro è un mondo dove succede ogni giorno qualcosa di orribile e dove non dovremmo più essere sorpresi di niente, e invece no, assolutamente no, mi sorprende anche che nessuno presente abbia fatto o detto niente, nell'immediato il conforto o l'aiuto anche di un estraneo dà speranza, così invece tutto l'episodio è stato orribile. Eccetto la forza e la dignità della mamma e del suo piccolo!!! Come sono vicina a queste persone, che non ho mai visto e conosciuto, ma a cui offro tutta la mia solidarietà, conforto e ammirazione!!! Questi sono gli esempi di essere umano da seguire. Con la gola ancora stretta scrivo questo centesimo post dedicato completamente e assolutamente alla mamma Barbara e al suo piccolo ma grande bambino!

tulip

Finisco riportando la lettera che ho inviato (servizioclienti@carrefour.com) al Carreour in questione, testo sempre suggerito dal blog di Chantilly. Scrivete anche voi e divulgate...

Egregi Signori,
Ho appreso del terribile trattamento riservato ad un bambino autistico nella vostra filiale di Assago, durante il " tour delle auto a grandezza naturale del film Cars".
Sono veramente allibita dalla vostra mancanza di accuratezza nello scegliere il personale. Chi si occupa delle risorse umane dovrebbe stare un tantino più attento all'immagine che danno le persone assunte del Carrefour. Immagine che, in seguito a quanto successo, risulta essere espressione di profonda ignoranza e maleducazione.
Spero vivamente che siano gia stati presi provvedimenti, nei confronti del fotografo dell'addetto al pc e della hostess che si è permessa di rivolgersi alla mamma del bambino con parole assurde e offensive.
Mi auguro di avere presto notizie confortanti dalla mamma del bambino. E nell'attesa di un Vostro cenno di riscontro, porgo i miei saluti.


Vi auguro una splendida giornata... riempiamo di speranza il mondo!!!

18.9.08

Il tempo vola.

Spero che tutti abbiate passato un buon periodo e che abbiate arricchito la vostra vita, anche con piccole cose.
...Ciò che mi è piaciuto fare in questi giorni...

::Accompagnare i miei piccoli il primo giorno di scuola, mano nella mano, entrambe alla scuola d'infanzia, entrambe nella stessa scuola, aule diverse. Entrambe felici.


daph eth


::Poter giocare, fotografare, rotolare insieme, respirare aria pulita, tutto nel paesino tra i colli qui vicino a Bologna. Nonostante i giorni di pioggia, abbiamo assaporato bei momenti e gioie di una bella camminata tra i boschi e le capriole su un campo di erba alta e secca.


daph


::Stupirmi ancora di mio padre e della sua incredibile forza vitale. Alla sua età invia lettere scritte al suo amico Bruno, e lui risponde, corrispondenza tra due amici di una vita, il particolare è che il tutto avviene a 300 metri di distanza l'uno dall'altro, nell'era del virtuale.


lettere


::Ho potuto godere di una cena all'aperto con i miei colleghi, in giardino, con la solita e squisita carne alla brace, con le chiacchiere e le risate. Un piacere, divertente, con le battute serrate ed ilari di Alessandro, lui con le imitazioni di tutti noi è di una simpatia estrema.


ale


Auguro a tutti voi, di cuore, i prossimi giorni colmi di gioia, ringraziandovi tutti, uno per uno, per i vostri commenti e per le vostre visite, nonostante il mio silenzio dell'ultimo periodo.

LOVE

Un caro abbraccio.







1.9.08

Vacanze. Di nuovo.

No, sono a casa, vado a lavoro, la solita routine è ricominciata, manca solo l'inizio della scuola dei bimbi e poi tutto o quasi è come tutto il resto dell'anno. Ma in questi giorni ho visto, rivisto e montato scene delle nostre vacanze, tagliato immagini, aggiunte foto, tutto condito da musica. Insomma ho creato il mio primo filmino delle vacanze, quello che di solito 30 anni fa veniva registrato in piccole bobine, super8, adesso è un file di circa 700 MB ma sempre filmino delle vacanze è, sempre un ricordo rimane e sempre da nostalgia sarà accompagnato. E' la prima volta che creo una cosa del genere, la qualità non è delle migliori, non ho una telecamera, ma solo una vecchia macchina fotografica digitale Sony, che registra anche piccoli filmati. Il risultato mi entusiasma, ma ero indecisa se metterlo in rete, in fondo è una parte della mia vita, della vita della mia famiglia e non obbligatoriamente tutto quello che fa parte della mia vita fa anche parte della rete, ma poi ho pensato che in realtà volevo condividerlo con voi che leggete questo mio spazio...
Così eccolo qui ...
Lo trovate qui.

ruote

E buon lunedì!
E buon 1° settembre!
... e... tanti tanti tanti auguri di buon compleanno alla mia mamma!